I lavoratori Ricicla chiedono miglioramenti: "Rifiuti selezionati senza guanti"

Attivisti del centro sociale Bruno hanno manifestato oggi in piazza Pasi a Trento accanto al sindacato Adl Cobas e ai lavoratori della 'Ricicla Trentino' di Lavis

Un immagine del presidio di oggi in piazza Pasi a Trento

Attivisti del centro sociale Bruno hanno manifestato oggi in piazza Pasi a Trento accanto al sindacato Adl Cobas e ai lavoratori della 'Ricicla Trentino' di Lavis. I lavoratori, assunti dall'agenzia interinale Gi Group, chiedono un netto miglioramento delle condizioni lavorative. In una nota sindacale si legge che ai dipendenti non verrebbero "forniti gli adeguati dispositivi di protezione individuale e sono spesso costretti a selezionare i rifiuti ad esempio senza guanti oppure con grembiuli non idonei. Inoltre l'orario di lavoro settimanale non viene sempre garantito e non vengono loro pagate le maggiorazioni per il sabato".
  
 "All'interno dello stabilimento - si afferma ancora nella nota - c'è una netta maggioranza di lavoratori somministrati rispetto ai dipendenti diretti e questo è in contrasto con la normativa che prevede un limite massimo di lavoratori a tempo determinato o somministrati del 20% rispetto a quelli a tempo indeterminato". L'appello è rivolto alle istituzioni: "Scendiamo in piazza nel centro di Trento per chiedere un coinvolgimento e una presa di posizione anche delle istituzioni cittadine e provinciali, visto che all'interno di questo stabilmento si svolge un servizio di cui beneficiano tutti i comuni del Trentino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

Torna su
TrentoToday è in caricamento