Difficile intervento sulla Presanella: premio 'Zanlucchi' al soccorso di Vermiglio

L’intervento che ha meritato il premio è stato compiuto la scorsa estate quando il soccorso di Vermiglio è intervenuto sulla via normale verso Cima Presanella

Sarà consegnato questa sera nella sala della Cooperazione a Trento il 'Premio Zanlucchi', promosso dalla Cassa rurale di Trento e giunto alla quarta edizione. Il riconoscimento sarò assegnato alla stazione del Soccorso alpino di Vermiglio, in val di Sole. L’intervento che ha meritato il premio è stato compiuto la scorsa estate quando il soccorso di Vermiglio è intervenuto sulla via normale verso Cima Presanella. Fin dalle fasi di avvio la situazione si è dimostrata complessa. I primi soccorritori si sono trovati di fronte a una scena drammatica: nove persone da soccorrere. Tra loro alcune senza vita, situate in diversi punti del ghiacciaio. Da subito le operazioni di soccorso sono state difficili per il numero di persone coinvolte e per la distribuzione in tre diversi punti delle tre cordate. Anche la movimentazione in sicurezza del personale sanitario è risultata difficoltosa considerata la tipologia di ambiente e ha obbligato operatori e tecnici del Soccorso alpino a una doppia funzione: prestare soccorso alle persone ferite e garantire la sicurezza nella movimentazione all'equipe sanitaria.

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

Torna su
TrentoToday è in caricamento