Precipita dalle rocce mentre scala: salvo grazie ai compagni ed all'elisoccorso

Un alpinista di 60 anni è precipitato durante una scalata, recuperato grazie alle manovre dell'elicottero del Suem

Portato in salvo grazie all'azione congiunta di soccorritori e compagni di cordata: si trova all'ospedale di Belluno, con un brutto trauma al braccio ma fuori pericolo, il 60enne di Ziano di Fiemme che nella tarda mattinata di sabato 18 luglio è precipitato mentre scalava la Torre Jolanda nel Gruppo della Moiazza, in Agordino.

L'alpinista stava affrontando la Via del Topo insieme a due amici quando ha messo il piede in fallo ed è caduto nel vuoto per diversi metri, al penultimo tiro di corda. L'elisoccorso del Suem di Pieve di Cadore ha raggiunto la zona dell'incidente dopo la chiamata da parte dei compagni, che nel frattempo avevano calato l'infortunato fino alla loro sosta.

L'elicottero ha calato il tecnico grazie ad un verricello con cavo di 50 metri. L'alpinista ferito è stato recuperato e trasportato all'ospedale di Belluno, dove gli è stato diagnosticato un importante trauma al gomito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento