Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca San Giuseppe / Via dei Muredei

Cgil: in Trentino 1000 precari nel lavoro pubblico

Sono più di mille, in gran parte nell'azienda sanitaria, i precari dell'ente pubblico trentino: a dirlo è la Cgil che chiede l'apertura di un tavolo di confronto

Sono più di mille i precari del lavoro pubblico in Trentino, a dirlo è la Fp-Cgil che chiede la stabilizzazione del  personale a tempo determinato, o con altri tipi di contratto: 800 solamente nell'Aziennda sanitaria, altri 80 in altri servizi provinciali, soprattutto nei nidi. 

"Per l'azienda sanitaria non abbiamo numeri precisi e lo stesso vale per i comuni, rispetto ai quali si sa però che sono stati persi oltre 500 posti a tempo determinato a causa dei vincoli imposti dalle finanziarie provinciali fin dal 2010, e questo  solo in riferimento ai tempi determinati, ma ci sono poi le altre tipologie di lavoro flessibile come somministrati e collaborazioni: un altro mondo rispetto al quale non sono disponibili dati attendibili" si  legge in una nota firmata dal segretario di categoria Mastrogiuseppe. 

Ciò che si chiede alla Provincia è l'apertura di un tavolo di confronto  per sfruttare l'opportunitàcontenuta nella riforma madia che sancisce l'assunzione diretta del personale non dirigenziale assunto a tempo determinato da tre anni. Per le regioni a statuto speciale, poi, si prevede anche a possibilità di elevare i limiti finanziari per le assunzioni a tempo indetermminato attraverso uno stanziamento ad hoc. 

«Visto l’orientamento nazionale e vista la competenza provinciale sulla materia, chiediamo dunque l’attivazione di un tavolo di confronto per definire un analogo percorso di stabilizzazione del personale con lavoro a tempo determinato o flessibile della pubblica amministrazione trentina» conclude Mastrogiuseppe. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cgil: in Trentino 1000 precari nel lavoro pubblico

TrentoToday è in caricamento