Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Alessandro Vittoria

Poste: la Provincia ci mette 10 milioni di euro, il servizio torna ad essere regolare

La consegna a giorni alterni iniziata a dicembre tornerà regolare a breve, ecco cosa prevede la convenzione

La consegna della posta e dei quotidiani, a giorni alterni da dicembre in 156 comuni trentini (in 46 anche per la consegna dei quotidiani) tornerà regolare a breve. A correre in aiuto di Poste Italiane, che con il nuovo piano industriale ha tagliato il servizio in diversi comuni periferici, è la Provincia di Trento che ha stanziato un fondo pari a 10.612.170 euro in tre anni.

"Il rafforzamento del servizio di consegna dei quotidiani migliorerà anche il servizio postale nel suo insieme, creando un circolo virtuoso che rafforzerà e renderà più rapida anche la consegna di tutti gli altri prodotti postali" spiega una nota. L’ intervento della Provincia dovrebbe, inoltre, aprire la strada a nuove assunzioni. 

La convenzione prevede, inoltre, altri servizi aggiuntivi a carattere sperimentale, come l’installazione di cassette, in zone periferiche, destinate al recapito degli invii per i cittadini che lo richiedano e di 10 cassette di colore azzurro per la corrispondenza internazionale.

Non solo lettere e giornali: è prevista anche l’installazione di un locker sperimentale per il recapito e la consegna di pacchi relativi al comparto e-commerce, misura che potrà essere incrementata, l’utilizzo da parte di Poste di 20 mezzi ecologici, l’accesso wifi in tutti gli uffici postali e strumentazioni a disposizione dei portalettere per i servizi elettronici. C’è, infine, l’impegno di Poste Italiane a non ridurre l’attuale numero di Uffici localizzati nei comuni con meno di 5.000 abitanti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste: la Provincia ci mette 10 milioni di euro, il servizio torna ad essere regolare

TrentoToday è in caricamento