Oltrepassa il posto di blocco a piedi: i carabinieri lo fermano, era ricercato

L'episodio in Val di Cembra: doveva scontare 6 mesi per ordine della Procura di Genova

Pensava, forse, di non dare nell'occhio passando a piedi davanti ad un posto di blocco. Ed invece i militari, vedendolo cambiare lato della strada proprio in corrispondenza della loro auto, lo hanno fermato.

Da un rapido contorllo sul data base delle forze dell'ordine è emerso che il 27enne fermato, cittadino extracomunitario con regolare permesso di soggiorno, era ricercato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A suo carico, infatti, pendeva un ordine di carcerazione per un totale di 6 mesi. Violenza e resistenza a pubblico ufficiale: questi i reati per i quali era stato condannato. Reati commessi nella provincia di Genova. Sconterà la pena nel carcere di Spini di Gardolo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato morto a 30 ore dalla nascita: dramma all'ospedale di Rovereto

  • Freddo intenso, anche 10° sotto la media: il riscaldamento si può già accendere

  • Galleria di Martignano: testa-coda sull'asfalto bagnato poi si schianta contro il guard rail

  • Coronavirus, un altro studente positivo: classe in quarantena e lezioni online

  • Cervo investito sulla statale: "In quel tratto succede una volta al mese"

  • Giornate Europee del Patrimonio 2020: in Trentino musei aperti e attività al Mart

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento