Pinzolo: animalisti accolti dai sostenitori del fungaiolo aggredito

Non ci sono solamente i manifestanti pro orsa oggi a Pinzolo: anche moltissimi cittadini, solidali con l'uomo aggredito a ferragosto, sono scesi in piazza. L'intento iniziale era quello di fare una contromanifestazione, che non è però stata autorizzata dalla Questura. Sul posto forze dell'ordine in tenuta antisommossa

la manifestazione a Pinzolo è tenuta sotto controllo dalle forze dell'ordine

Si sta svolgeno in queste ore la manifestazione pro orsa organizzata a Pinzolo dalle sigle animaliste che ieri hanno occupato per qualche ora il palazzo della Provincia a Trento. Nel paese rendenero moltissimi cittadini sono scesi in piazza per contrarstare la manifestazione animalista e sostenere Daniele Maturi, detto Carnera, l'uomo aggredito dall'orsa Daniza lo scorso 15 agosto.

La contro-manifestazione non è stata autorizzata dalla Questura: i cittadini si sono semplicemente radunati nello stesso luogo dove una cinquantina di animalisti sono arrivati con bandiere e megafoni. Chi sta con Carnera sostiene che il fungaiolo sia stato fatto oggetto di insulti e diffamazione sul web da parte degli animalisti più convinti, che arrivano a negare che sia stato aggredito dall'orsa Daniza.

Nel gruppo aperto su facebook è stata anche pubblicata una lettera dell'avvocato di maturi che in cui si diffida i vari siti animalisti a persistere con commenti denigratori. Nel frattempo a Pinzolo la situazione è tenuta sotto controllo anche dalle forze dell'ordine in tenuta antisommossa (vedi foto): tra sostenitori dell'orsa e simpatizzanti del fungaiolo sono volate parole, ma non c'è stato nessuno scontro fisico. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I manifestanti hanno sfilato per le vie del paese tra due ali di folla, in gran parte arrabbiata ma anche semplicemente curiosa. Non sono mancati cori indirizzati agli animalisti che hanno comunque incontrato in tranquillità il sindaco di Pinzolo per chiarire la loro posizione. In paese era presente anche l'assessore provinciale Dallapiccola ed altri esponenti politici. Verso le ore 18.00 i partecipanti alla manifestazione sono stati fatti montare a piccoli gruppi su dei taxi-bus dalle forze dell'ordine ed hanno così lasciato il paese. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in A22, la vittima è Mirko Bertinazzo

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • Frode fiscale da due milioni nelle importazioni di auto usate: sequestri anche a Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento