rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Cronaca

Malore improvviso in volo, la vittima è un pilota di Rovereto

Il dramma all'aeroporto di Asiago, l'uomo è riuscito ad atterrare e a mettere in salvo il passeggero, poi si è accasciato

Un pilota del 1948 residente a Rovereto è morto oggi, lunedì 23 maggio, per un malore improvviso durante un volo ad Asiago. L'uomo è riuscito ad atterrare all'aeroporto Romeo Sartori, ma subito dopo è andato in arresto cardiaco. Il veivolo, appena toccata la pista, ha sterzato bruscamente finendo in mezzo all'erba: indenne il passeggero che era con lui.

Mortale pilota aeroporto Asiago-3

Il centro di controllo ha cercato di mettersi in contatto con il pilota, senza ottenere risposta, per poi avvisare la squadra di soccorso che lo ha trovato accasciato sui comandi all'interno del piccolo biplano Tiger Moth, storico degli anni Trenta, con a bordo un passeggero. L'uomo è stato estratto dalla cellula dell’aereo per il primo intervento di rianimazione cardio polmonare anche con l’utilizzo del defibrillatore.

Nonostante l'intervento dei sanitari, per lui non c'è stato nulla da fare: il medico ha dovuto dichiarare il decesso. Spaventato ma illeso il passeggero. Sul posto i carabinieri. Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco di Asiago sono terminate dopo circa un’ora e mezza. Il veivolo storico era utilizzato per le riprese di un film in lavorazione sull'Altopiano: “L’isola che non c’è. La vera storia di Peter Pan”, prodotto dalla Jolefilm di Marco Paolini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore improvviso in volo, la vittima è un pilota di Rovereto

TrentoToday è in caricamento