menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pieve di Bono: abbattuto l'ultimo diaframma di roccia nella galleria della nuova variante

Sono stati congiunti oggi i due scavi della nuova galleria di Pieve di Bono, l'opera sarà consegnata, secondo cronoprogramma, ad ottobre 2018

E' stato abbattuto questa mattina l’ultimo diaframma della galleria naturale “Castel Romano”, nel Comune di Pieve di Bono, nell’ambito dei lavori di realizzazione della circonvallazione sulla statale del Caffaro. Si è quindi ultimata la fase relativa allo scavo in sotterraneo della galleria, della lunghezza di circa mille metri, con l’abbattimento delle ultime rocce, a circa 200 metri dall’imbocco sud.

Il cantiere per la circonvallazione è invece complessivamente lungo circa quattro chilometri. I lavori, che dovrebbero terminate nell’ottobre 2018, stanno proseguendo nel rispetto della tabella di marcia. L'opera è stata affidata il 22 agosto 2016 all’A.T.I. Collini Lavori S.p.a. con sede a Trento (capogruppo), Costruzioni Casarotto S.r.l. con sede a Villa Agnedo (Tn), Misconel S.r.l. con sede a Cavalese (Tn), Ediltione S.p.a. con sede a Tione (Tn) per l'importo di 36.255.000 euro.

Ora si procederà con la realizzazione dell’impermeabilizzazione e degli impianti come il sistema di illuminazione, la ventilazione, i dispositivi antincendio. Sono invece in fase di ultimazione, con il materiale proveniente dagli scavi della galleria principale e della galleria di servizio, le terre armate in località Lardaro, in prossimità del Torrente Sadacla e a monte dell’area Bic. A sud, in prossimità dell’abitato di Cologna è stata realizzata la rotatoria che in futuro permetterà l’accesso all’abitato di Pieve di Bono. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento