menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Doping e ciclismo: accuse pesanti per l'ex corridore Piccoli

Il caso era scoppiato quando la guardia di finanza si presentò all'avvio del Giro del Medio Brenta nel 2010. Il 27 gennaio si svolgerà anche il processo sportivo al tribunale antidoping: chiesta squalifica a quattro anni

Dopo la chiusura delle indagini ieri a Padova è iniziata l'udienza preliminare (tutto è poi stato rinviato al 13 aprile) per l'inchiesta sul doping nel ciclismo che vede imputato insieme ad altre sette persone, tra cui quattro ex ciclisti della sua squadra, l'ex corridore trentino Mariano Piccoli, 42 anni, direttore sportivo della Team Elite under 23 Trentino Ballan - Legno case spa. Un bivio, visto che sarà il giudice a stabilire se mandare tutti a processo oppure proscioglierli.

Le accuse contestate, a vario titolo, - si legge sul quotidiano Trentino - sono molto dure. Si va dall'associazione a delinquere finalizzata alla commercializzazione e somministrazione di farmaci e medicinali in modo pericoloso per la salute pubblica, alla importazione di specialità medicinali prive di autorizzazione Aifa (Agenzia italiana del farmaco). Il pm Benedetto Roberti contesta anche l'abuso della professione medica e di farmacista e la ricettazione di farmaci provenienti da contrabbando e da vie non ufficiali.
 
Il caso era scoppiato nel luglio del 2010, quando la guardia di finanza si presentò all'avvio del Giro del Medio Brenta. L'indagine è arrivata davanti al gup anche grazie alle dichiarazioni del ciclista trentino Derik Zampedri, che aveva scelto la via del patteggiamento prima dell'udienza. Oltre a Piccoli, nell'indagine sono finiti anche l'altro direttore sportivo della squadra Loris Tagliapietra, 53 anni di Arco, il farmacista Guido Negrelli, 67 anni di Mariana Mantovana (coinvolto anche in un'indagine della procura di Mantova per doping), il ciclista ucraino Oleksandr Grygorenko, 23 anni. Sono invece accusati di aver assunto sostanze illecite tre giovani ciclisti che correvano per la Trentino-Balan nel luglio 2010. Si tratta d€i Andrea Girardini (22enne di Lavis), Andrea Menapace, (24enne di Tuenno) e Enrico Mantovani (24enne anni di Tregnago).
 
Il prossimo 27 gennaio si svolgerà invece il processo sportivo al tribunale nazionale antidoping, dove per Piccoli è stata chiesta una squalifica di quattro anni.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Meteo

    Nevica sul Monte Bondone

  • Cronaca

    Addio alla Rosetta: Levico perde una nonna speciale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento