rotate-mobile
Cronaca San Giuseppe / Viale San Francesco D'Assisi

Picchia la moglie con un manico di scopa fino a spezzarlo, condannato

I fatti, che si riferiscono all'autunno del 2013, sarebbero stati commessi davanti ai tre figli minorenni della coppia. L'uomo, un quarantacinquenne trentino. è stato condannato a cinque mesi di reclusione sostituiti in 11 mesi di libertà controllata

E' stato condannato per maltrattamenti in famiglia a cinque mesi di reclusione sostituiti in 11 mesi di libertà controllata un trentino di 45 anni. Per mesi l'uomo avrebbe sfogato sulla moglie la sua rabbia per i problemi sul lavoro buttandola a terra, colpendola con calci e pugni e minacciandola di morte. In un'occasione avrebbe picchiato la compagna sulla schiena con un manico di scopa fino a spezzarlo. I fatti, che si riferiscono all'autunno del 2013, sarebbero stati commessi davanti ai tre figli minorenni della coppia, ma i maltrattamenti denunciati dalla donna sono soltanto l'ultimo dei tanti episodi subiti tra le mura domestiche. Il 45enne, difeso dall'avvocato Claudio Tasin è stato condannato dal giudice Enrico Borrelli a cinque mesi di reclusione sostituiti in 11 mesi di libertà controllata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la moglie con un manico di scopa fino a spezzarlo, condannato

TrentoToday è in caricamento