Picchia la moglie fino a farla abortire: arrestato 42enne

Botte alla moglie, 40 anni, tali da provocare un malore e l'aborto del figlio che portava in grembo da tre mesi: questa l'accusa gravissima mossa ad un uomo di 42 anni, di origine marocchina, arrestato dai carabinieri di Rovereto

Botte alla moglie, 40 anni, tali da provocare un malore e l'aborto del figlio che portava in grembo da tre mesi: questa l'accusa gravissima mossa ad un uomo di 42 anni, di origine marocchina, arrestato dai carabinieri di Rovereto. I militari erano già intervenuti nel 2010 per delle liti in famiglia ma il mese scorso, la donna si è presentata in ospedale dopo l'ennesimo litigio ed è qui che si la 40enne ha perso il figlio che portava in grembo. L'interessata, però, non ha denunciato il marito, non spiegando le ragioni del malore. A mettere assieme i pezzi del caso sono stati però i carabinieri, che hanno indagato e quindi denunciato l'uomo all'autorità giudiziaria, che poi ne ha disposto gli arresti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento