rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Piazza Dante

Nepal: recuperati i corpi di Oskar Piazza e Gigliola Mancinelli

I copri dei due speleologi del Soccorso Alpino sono stati recuperati e portati nella capitale Kathmandu. Si cercano ancora le salme di Marco Pojer e Renzo Benedetti, gli altri due alpinisti trentini, morti sotto la stessa frana

I corpi di Oscar Piazza e Gigliola Mancinelli, rimasti uccisi a seguito del violentissimo terremoto che ha devastato il Nepal, sono stati recuperati e trasferiti nella capitale Kathmandu. Lo conferma Piergiorgio Rosati, pilota del nucleo elicotteri della Provincia autonoma di Trento, operativo in Nepal insieme ad altri quattro trentini.

Piazza e Mancinelli, entrambi speleologi del CNSAS, si trovavano nella valle del Langtang per esplorare le forre presenti nella zona. Insieme a loro c'erano altri due italiani, che si sono salvati. Rosati ha riferito stamani al Dipartimento della Protezione Civile l'avvenuto recupero delle due salme. Continuano nel frattempo le ricerche Renzo Benedetti e Marco Pojer, gli altri due alpinisti trentini dispersi a seguito della stessa frana.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nepal: recuperati i corpi di Oskar Piazza e Gigliola Mancinelli

TrentoToday è in caricamento