Il pianto del bambino attiva la risposta automatica della madre: la scoperta passa da Rovereto

Un team internazionale, nel quale figurano quattro ricercatori trentini, ha osservato una risposta automatica in 684 madri di 11 nazionalità diverse

Il pianto di un bimbo e subito dopo l'abbraccio rassicurante e la dolce voce di una madre. Una reazione praticamente automatica, ue eventi legati da un nesso di causa-effetto che inscindibile. Un team internazionale di ricercatori, tra i quali figurano anche Paola Venuti, Paola Rigo, Gianluca Esposito e Nicola De Pisapia del Dipartimento di Psicologia dell'Università di Trento, ha trovato il fondamento scientifico dell'istinto più dolce, e più forte, del mondo.

Lo studio è frutto di una rete internazionale di ricerca. Oltre ai ricercatori di Rovereto, dove si è svolto il 13° incontro internazionale sul pianto infantile, figurano nel team di ricerca il gruppo NIH – National Institutes of Health (USA) con Marc H. Bornstein, Diane L. Putnick e Joan T. D. Suwalsky. Con loro James E. Swain del Stony Brook University Hospital (USA) e poi la East China Normal University di Shanghai (Cina) con Xueyun Su, Du Xiaoxia e Kaihua Zhang e ancora Linda R. Cote della Marymount University (USA).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pinto infantile attiva nel cervello della madre una risposta nelle aree deputate al movimento ed al linguaggio. La risposta più comune è prendere in braccio il bimbo e sussurrare parole rassicuranti. Un comportamento osservato su un campione di 684 madri di 11 nazionalità diverse ggrazie alla risonanza magnetica funzionale. «Lo studio – racconta Paola Venuti – si inserisce in una serie di lavori condotti sulle risposte del cervello al pianto infantile. E segna un vero avanzamento perché dimostra come comportamenti e attività cerebrali siano costanti nei diversi Paesi del mondo». I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

  • Referendum in Trentino: ecco i risultati

  • Bomba da disinnescare: autostrada, statale e ferrovia del Brennero bloccate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento