Cronaca

Coltivazione di cannabis nei boschi, giovane alense scoperto dalla forestale

Denunciato un ragazzo di Ala, classe 1990, per il reato di coltivazione e produzione di stupefacenti. Le piante, alte più di un metro, sono state trovate nei boschi, avrebbero potuto fornire un "raccolto" di circa un chilo. Durante la perquisizione i militari hanno trovato un grammo di hashish, particolare che ha fatto scattare la seconda denuncia

Erano pronte per essere raccolte ed essiccate le piante di canapa, alte oltre un metro e mezzo, coltivate da un 24enne nei boschi sopra Ala. La coltivazione, mimetizzata tra la boscaglia, non è passata però inosservata alla Guardia forestale, che ier, insieme ai carabinieri, ha fermato il giovane mentre tornava dalla piccola piantagione. I militari si sono fatti condurre a casa del giovane dove hanno trovato tutta l'attrezzatura necessaria per la coltivazione (manuali, fertilizzante ed anche un prodotto chimico usato per analizzare preliminarmente il terreno).

Come spesso succede in questi casi è stato trovato anche un grammo di hashish, particolare che fa scattare, oltre alla denuncia per il reato molto discusso di coltivazione, anche quella per detenzione di stupefacente, in questo caso per uso personale. Secondo le stime dei carabinieri le piante avrebbero potuto produrre circa un chilo di marijuana essiccata. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltivazione di cannabis nei boschi, giovane alense scoperto dalla forestale

TrentoToday è in caricamento