menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quest'anno niente pianoforti in città: troppa burocrazia (o niente soldi?)

La manifestazione, che ha conquistato negli anni il cuore dei trentini e del pubblico del Festival, non si terrà. La beffa è che si parla di cifre modeste, e di tanto volontariato

Le note dei pianoforti quest'anno non risuoneranno nelle vie della città, a dare il triste annuncio è l'associazione Il Vagabondo che negli anni scorsi si occupava di piazzare gli otto strumenti nelle strade del centro durante il Festival dell'Economia, lasciandoli a disposizione di tutti, ogni giorno, per poi ritirarli a sera. Ogni sera. Quest'anno non sarà così: l'iniziativa soccombe alla burocrazia. 

La cosa che dà più  da pensare è che non si parla certo di cifre astronomiche: 4500 euro, ovvero il noleggio degli 8 pianoforti per tre settimane, già a prezzo scontato. Il resto, compreso il trasporto degli strumenti negli otto punti della  città, come detto ogni mattina ed ogni sera, è puro vvolontriato. O meglio, era. Quest'anno l'iniziativa, amata dai trentini e dai tanti turisti richiamati in città dal festival, rischia di saltare, e forse è troppo tardi.

"Ad un certo punto - spiegano gli organizzatori - la  Provincia ci ha detto che era possibile darci in qualche modo due incarichi diretti, ovvero 1980 euro, altri 990, forse sarebbero arrivati dal Comune; rimanere scoperti di 1500 euro era troppo rischioso per noi: si parla  pur sempre  di un'operazione che ha gandi effetti per l'immagine della città  e non costa quasi nulla, abbiamo deciso di rinunciare". AGGIORNAMENTO: TROVATO L'ACCORDO, L'INIZIATIVA SI FARA' clicca qui...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Attualità

Giovo è in zona rossa, cosa si può fare?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento