menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contributi prima casa e piano straordinario. Presto l'incontro tra sindacati e neo-assessore

Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto un incontro con il neo-assessore Daldoss in tema di edilizia abitativa e incentivi. Sul tavolo il mancato raggiungimento dell'obiettivo del piano 2006 di 9.000 alloggi ma anche la normativa tanto contestata sui contributi alla prima casa

Dopo le dichiarazioni dell'assessore tecnico all'edilizia abitativa Carlo Daldoss riguardo all'impossibilità di raggiungere l'obiettivo, fissato dal Piano del 2006, di 9.000 nuovi alloggi, i sindacati hanno chiesto un incontro congiunto per la verifica del Piano e per una revisione del sistema di incentivi pubblici sull'acquisto della prima casa. Se è vero che l'obiettivo sarà difficilmente raggiungibile i tre sindacati chiedono di compensare con una maggiore offerta, da parte della società di edilizia abitativa pubblica Itea, di alloggi a canone sociale e moderato.

Sulla questione, molto dibattuta in questo periodo, degli incentivi alla ristrutturazione ed all'acquisto della prima casa (90 milioni messi in campo dalla giunta uscente con graduatorie redatte dalle Comunità di Valle) Cgil, Cisl e Uil chiedono di riformare urgentemente la normativa visti gli "effetti distorsivi", si legge nella nota, dell'operazione. Risponde con un comunicato l'assessore Daldoss dichiarandosi disponibile all'incontro: «Vedo Cgil, Cisl e Uil come fondamentali interlocutori sul tema in questione. In modo sinergico dovremo definire un piano d’azione il più realistico ed efficace possibile».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento