Pesticidi, accordo per ridurre l'utilizzo. Dallapiccola: ma non c'è allarme

L'accordo prevede attività di ricerca e sperimentazione, formazione degli operatori, capacità di autovalutazione e monitoraggio della qualità dell'ambiente.L'assessore: Rifiuto di accettare che esista un'emergenza in materia

Ha l'obiettivo di ridurre l'impatto dei fitofarmaci - il Trentino è la zona d'Italia in cui se ne usano di più - sull'ambiente e sui corpi idrici, l'Accordo di programma siglato questo pomeriggio a Trento fra Provincia, Fondazione Edmund Mach e l'Associazione consorziale dei produttori ortofrutticoli trentini. L'accordo prevede attività di ricerca e sperimentazione, formazione degli operatori, capacità di autovalutazione e monitoraggio della qualità dell'ambiente. "Tutti gli attori del sistema - ha sottolineato l'assessore all'ambiente Mauro Gilmozzi, che ha firmato il documento per la Provincia - si impegnano con questo atto, attraverso un modello di cooperazione avanzato, a contribuire alla qualita' complessiva del territorio".

Alla fine di agosto il protocollo era stato approvato dalla Giunta provinciale con un provvedimento proposto, oltre che dall'assessore all'ambiente Mauro Gilmozzi, anche da quello dell'agricoltura Michele Dallapiccola. "Il Trentino - ha aggiunto l'assessore Dallapiccola - ha fatto proprie da anni le preoccupazioni in merito alla tutela dell'ambiente e della salute. Rifiuto di accettare che esista un'emergenza in materia di utilizzo dei fitofarmaci in agricoltura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Le sardine riempiono piazza Duomo a Trento

  • "Dammi i soldi o ti ammazzo": preso il rapinatore e la moglie complice

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Diciottenne blocca il bus e prende il vetro a testate, poi aggredisce autista ed agenti

  • Lupi sulla Marzola, i forestali confermano

Torna su
TrentoToday è in caricamento