rotate-mobile
Cronaca

La Provincia: personale aggiuntivo per le scuole dell'infanzia in difficoltà

Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta provinciale su proposta del presidente, Ugo Rossi. L'assegnazione di personale aggiuntivo interessa complessivamente 26 scuole dell’infanzia di cui 10 provinciali e 16 equiparate

Ulteriori risorse di personale insegnante e non insegnante saranno concesse alle scuole dell'infanzia che necessitano di potenziamento di personale per facilitare l’ingresso dei bambini residenti o domiciliati in provincia di Trento, che compiono il terzo anno di età entro il mese di marzo 2015 e richiedono il servizio dal mese di gennaio 2015. Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta provinciale su proposta del presidente, Ugo Rossi. L'assegnazione di personale aggiuntivo interessa complessivamente 26 scuole dell’infanzia di cui 10 provinciali e 16 equiparate. Per 11 scuole dell'infanzia a sezioni "ridotte", vi sarà l’integrazione oraria - fino al completamento dell’orario a tempo pieno - dell'insegnante di sezione inizialmente prevista a tempo parziale di 12,5 ore settimanali. Per 10 scuole dell'infanzia con disponibilità residua di capienza strutturale, l'assegnazione di risorse è di fatto aggiuntiva secondo parametri che tengono conto del numero di sezioni attivate e del numero di bambini dell'area di utenza iscritti per il gennaio 2015 che non troverebbero accoglienza. Per 5 scuole dell'infanzia sottodimensionate, ove si è registrata una sensibile variazione del numero degli iscritti, viene incrementa la consistenza oraria dell'insegnante di sezione assegnata a orario ridotto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Provincia: personale aggiuntivo per le scuole dell'infanzia in difficoltà

TrentoToday è in caricamento