menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giro di documenti falsi ad Arco: denunciato un 60enne, si cercano i "clienti"

Accusato di essere l'autore delle patenti false trovate durante le perquisizioni dei giorni scorsi, l'uomo, siciliano residente ad Arco, è stato denunciato a piede libero. La polizia cerca ora eventuali altri "clienti" del falsario, che rischiano la detenzione da 1 a 6 anni. Una cinquantina gli agenti impegnati nelle indagini

Faceva capo ad un 66enne siciliano residente ad Arco il giro di documenti falsi scoperto dalla polizia che nei giorni scorsi ha perquisito 23 abitazioni tra Rovereto, Ala, Arco e Riva del Garda. Le indagini sono iniziate quando un camionista fermato per un controllo dalla polizia stradale ha esibito una patente falsa, confessando di averla ottenuta per 2.500 euro. Le indagini hanno coinvolto 50 agenti, sono stati analizzati i dati della Motorizzazione Civile e più di 5mila contatti telefonici. Nei giorni scorsi sono scatatte le perquisizioni che hanno portato al ritrovamento di 16 patenti di guida, due certificati per conducenti, due patenti nautiche e un permesso di soggiorno, tutti documenti contraffatti. In casa del 66enne denunciato la polizia ha sequestrato anche il computer usato per falsificare i documenti. Si cercano ora altri "clienti" del falsario, che rischiano per il possesso di documenti falsi la reclusione da 1 a 6 anni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Lotteria degli scontrini, manca poco alla terza estrazione

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento