Cronaca località Passo Rolle

Passo Rolle alla Val di Fiemme, il presidente della Comunità: "E' la porta del Primiero"

Il presidente della Comunità di Valle esprime amarezza per la volontà di alcuni abitanti di passare al comune di Predazzo, staccandosi da quello che in realtà è un comune non ancora nato

Se si dovesse aggregare alla val di Fiemme il  passo Rolle si staccherebbbe in realtà da un Comune non ancora nato: ad intrvenire sulla questione, nata come provocazione ma presto arrivata all'ufficialità, è il presidente della Comunità di Valle del Primiero Roberto Pradel che sottolinea come gli abitanti del passo (in realtà i firmatari  dell'istanza sono sei, ovvero la maggioranza degli eletttori) vogliano staccarsi da un comune non ancora nato.

Le elezioni nel neonato comune di Primiero - San Martino, nato dalla fusione di Transacqua, Fiera, Siror e Tonadico, si terranno infatti a maggio per la prima volta. "Tempi e modi della clamorosa protesta lasciano  un po' di amarezza - scrive  Pradel in una nota - anche senza sindaco infatti il Comune apppena nato ha confermato al Rolle lo status di frazione, alla nuova amministrazione va data la chance di occuparsi del passo".

Su questo fronte qualcosa si sta muovendo, spiega Pradel, dato che la comunità ha elaborato un documento sulla "Porta del Primiero", così è chiamata nel titolo, e che si è in attesa di un incontro con l'assessore provinciale Mauro Gilmozzi per discutere lo sviluppo, anche estivo, dell'area. "A nome di tutti i Primierotti - conclude il presidente - chiedo che vi sia ancora un po' di pazienza e una coesa volontà di lavorare ognuno per la propria parte per risolvere le questioni sul tavolo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passo Rolle alla Val di Fiemme, il presidente della Comunità: "E' la porta del Primiero"

TrentoToday è in caricamento