"Uscire con i figli si può": scoppia la polemica, ecco cosa ha detto il Ministero dell'Interno

Una nota del Viminale chiarisce che un genitore può uscire con i figli, ma non è una novità: "sempre nei pressi della propria abitazione"

Uscire con i figli si può, per una passeggiata in prossimità della propria abitazione. La "concessione" del Governo alle restrizioni introdotte per l'emergenza coronavirus non è in realtà una novità. A spiegarlo è una nota del Ministero dell'Interno: "La circolare del 31 marzo si è limitata a chiarire alcuni aspetti interpretativi sulla base di richieste pervenute al Viminale. In particolare, è stato specificato che la possibilità di uscire con i figli minori è consentita a un solo genitore per camminare purché questo avvenga in prossimità della propria abitazione e in occasione di spostamenti motivati da situazioni di necessità o di salute". Insomma: si poteva fare anche prima. Basti pensare ad un genitore singolo, che deve andare a fare la spesa: è chiaro che la legge non può proibirgli di portare i figli con sè. Questo non vuol dire che si può andare "a passeggio". Come sempre è una questione di interpretazione della norma.

Attorno alla nota, che a quanto pare non introduce nessuna novità dal punto di vista dela legge, è scoppiata la polemica: Lombardia e Campania sono contrarie e c'è chi vede il rischio di far aumentare nuovamente i contagi: leggi l'articolo, clicca qui.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un ulteriore chiarimento arriva per quanto riguarda l'attività motoria: "è stato chiarito che, fermo restando le limitazioni indicate, è consentito camminare solo nei pressi della propria abitazione. La circolare ha ribadito che non è consentito in ogni caso svolgere attività ludica e ricreativa all'aperto e che continua ad essere vietato l'accesso ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici. La medesima circolare ha ricordato infine che in ogni caso tutti gli spostamenti sono soggetti a un divieto generale di assembramento e quindi all'obbligo di rispettare la distanza minima di sicurezza. Le regole e i divieti sugli spostamenti delle persone fisiche, dunque, rimangono le stesse".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rubano l'acqua del Comune per le fragole ma prosciugano l'acquedotto: danno da 220.000 euro

  • Valfloriana: auto e moto a fuoco dopo lo schianto, una persona ha perso la vita

  • Covid, picco di contagi in Trentino: 76 nelle ultime 24 ore

  • Valfloriana, incidente mortale: motociclista muore carbonizzato

  • Coronavirus: 32 nuovi casi, ci sono altri 3 contagiati nelle scuole

  • Studente positivo asintomatico: isolati compagni di classe ed insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento