menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Passeggia col cane e fa ritardare l'autobus: denunciato 26enne

La vicenda sarebbe incredibile se non fosse stata discussa in Tribunale a Trento, dove è stato deciso di rinviare l'udienza per ascoltare le testimonianze e allargare il contesto già definito nei verbali dei vigili urbani

Un ragazzo di 26 anni è finito davanti al giudice perché denunciato per interruzione di pubblico servizio dalla polizia municipale. Il motivo è aver fatto ritardare di 23 minuti la corsa di un autobus per averci passeggiato davanti - molto lentamente - assieme al suo cane. La vicenda sarebbe incredibile se non fosse stata discussa proprio ieri in Tribunale a Trento, dove è stato deciso di rinviare l'udienza a marzo 2012 per ascoltare le testimonianze dei presenti e allargare il contesto già definito nei verbali dei vigili urbani.

Il giovane, residente nel Banale, era in via Rosmini fermo alla fermata con il suo cane, un border collie: l'autobus è arrivato e lui è salito dall'ingresso posteriore, quando l'autista gli ha fatto notare che il regolamento prevede che il cane può salire sul mezzo, ma solo con la museruola. A quanto pare il giovane non ha fatto nessuna rimostranza ed è sceso dall'autobus. Poi, però, si è messo a camminare in mezzo alla strada contringendo l'autista a procedere a passo d'uomo.La situazione è andata avanti così per un po', tanto che è stato chiamato perfino un altro autobus per "scavalcare" l'ostacolo e trasportare i passeggeri a destinazione.
 
Alla fine, però, sono arrivati i vigili urbani, che hanno contestato al giovane la violazione dell'articolo 340 del codice penale, interruzione di pubblico servizio, appunto. Come detto, se ne riparlerà a marzo.
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Attualità

Covid, il governo al lavoro per le riaperture: il piano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento