Cronaca

Niente più baci alla moglie, fa causa alla Azienda sanitaria

Un 47enne ha chiesto 50 mila euro di danni all'Azienda sanitaria provinciale perché, sostiene, non potrebbe più baciare in seguito ad una presunta diagnosi errata: aveva un herpes, ma gli dissero che era otite

Un 47enne di Trento ha chiesto 50 mila euro di danni all'Azienda sanitaria provinciale perché, sostiene l'uomo, non potrebbe più baciare come si deve in seguito ad una presunta diagnosi errata: l'uomo aveva un herpes, ma i medici gli avevano detto che si trattava di un'otite. Dopo qualche tenpo il 47enne si è accorto che qualcosa non andava più come prima: non riusciva più -sostiene- a baciare la moglie con la dovuta passione. Questo malgrado si sia sottoposto a cura ed esami specifici una volta capito che non si trattava di otite, come gli era stato detto, ma di una cosa ben diversa. Ora, lamenta l'uomo, ha una paralisi che non gli consente di muovere in modo ottimale le labbra e questo -oltre che causargli disagi a bere e muovere gli angoli della bocca - gli impedirebbe anche di vivere al meglio la vita di coppia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente più baci alla moglie, fa causa alla Azienda sanitaria

TrentoToday è in caricamento