Fatture false e bancarotta fraudolenta: in manette sacerdote trentino

E' stato arrestato per fatture false, accusato di aver sottratto illecitamente 4 milioni di euro dalle casse dell'Istituto Dermopatico dell'Immacolata di Roma. Padre Decaminada è accusato anche di aver tentato di inquinare le prove a suo carico

E' stato arrestato per fatture false, accusato di aver sottratto illecitamente 4 milioni di euro dalle casse dell'Istituto Dermopatico dell'Immacolata di Roma. In manette un sacerdote di origini trentine, padre Franco Decaminada, di Cis, in Val di Non, consigliere delegato fino al dicembre 2011 dell'istituto. Con lui in manette anche due imprenditori, Domenico Temperini e Antonio Nicolella. Le Fiamme Gialle della capitale, nell'ambito dell'inchiesta sul maxibuco finanziario da 600 milioni di euro dell'ente, hanno scoperto un sistema di raggiri, sprechi e ammanchi diffuso e costante. I tre arrestati devono rispondere di bancarotta fraudolenta, appropriazione indebita e fatture false. Padre Decaminada è accusato anche di aver tentato di inquinare le prove a suo carico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frecce Tricolori sui cieli di Trento: ecco quando vederle

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Tentano di entrare in Italia illegalmente. l'Austria non li riprende, portati in Questura a Bolzano

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

Torna su
TrentoToday è in caricamento