Giallo a Pergine: nel pacco droga e scarpe da bimba ma la destinataria è morta da tre anni

I carabinieri stanno indagando sul mittente, nel pacco anche un bilancino con un biglietto: "Questo ne ha pesata di polvere"

Pacco postale con hashish e marijuana inviato ad un'anziana signora deceduta tre anni fa. Leggendo il destinatario la dipendente dell'Ufficio Postale di Borgo Valsugana si è insospettita ed ha segnalato la cosa ai carabinieri: conosceva, infatti, di persona la signora in questione.

Una volta giunti sul posto i carabinieri hanno annusato l'inconfondibile odore proveniente dal pacco. Secondo le dovute procedure di sicurezza hanno aperto l'involucro: possiamo immaginare la loro sorpresa quando hanno scoperto che dentro c'erano scarpette da bambina, con all'interno piccoli "pacchetti" di hashish e marijuana, per un totale di 35 grammi.

Non è finita qui: all'interno c'era anche un piccolo bilancino di precisione, di quelli solitamente utilizzati dai pusher, accompagnato da un bigliettino con scritto "te lo regalo io, questo ne ha pesata di polvere". Insomma, è risultato evidente che l'anziana signora, tra l'altro defunta, non fosse la reale destinataria del pacco. Le indagini sono in corso per stabilire le esatte responsabilità del mittente. 

Chiaramente i militari hanno già un sospetto su chi possa essere il "fruitore finale" del pacco, ma sarà da dimostrare. Non essendoci un destinatario (in questo caso, formalmente, si tratta di una persona defunta) verrebbe a cadere il reato di cessione di stupefacenti. Il pacco proviene da fuori regione ed è stato spedito nei giorni scorsi, per posta prioritaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

Torna su
TrentoToday è in caricamento