Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Centro storico / Via Andrea Pozzo

Droga nello stomaco dalla Germania: fermato a Trento, è il sesto caso in tre mesi

Droga sul treno Monaco-Bologna, il corriere era sceso per una sigaretta durante una sosta a Trento: le radiografie in ospedale hanno confermato i sospetti

La radiografia ha confermato i sospetti

Non si ferma la lotta al traffico di droga da parte della Compagnia della Guardia di Finanza di Trento, che sembra aver intercettato un "filone d'oro" del traffico internazionale. Dallo scorso mese di dicembre le Fiamme Gialle trentine hanno intercettato ben undici chili di droga, "di passaggio" a Trento. 

L'ultimo caso ha portato all'arresto di un "corriere-ovulatore": nello stomaco nascondeva 76 ovuli termosaldati contenenti eroina purissima, per un peso totale di circa un chilo. Una modalità di trasporto rischiosissima, purtroppo legata alla disponibilità di "manodopera" disposta a tutto.

I militari della Gaurdia di Finanza lo hanno intercettato alla stazione di Trento: il 26enne, cittadino nigeriano, era sceso dall'Eurocity Monaco-Bologna per il breve tempo di una sigaretta. Tanto è bastato al cane antidroga Aipol, per fiutare la sostanza nascosta nel suo stomaco. 

Il ragazzo è poi risalito a bordo del treno. I finanzieri di Trento hanno allertato la Polizia Ferroviaria di Verona, dove il corriere è stato fatto scendere ed accompagnato in ospedale. Le radiografie hanno confermato i sospetti e, dopo le cure del caso, il ragazzo è  stato trasferito al carcere di Verona.

Si tratta del sesto caso scoperto dalla Guardia di Finaanza di Trento in tre mesi. Il copione è sempre lo stesso. Il mezzo di trasporto può variare dal treno al pullman low cost ma la direttrice rimane sempre quella tra Germania ed Italia. I corrieri fermati sono tutti nigeriani, residenti in Italia. La sostanza finora sequestrata ammonta ad undici chili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga nello stomaco dalla Germania: fermato a Trento, è il sesto caso in tre mesi

TrentoToday è in caricamento