L'orso di Grigno è lo stesso di Calliano, avvistato anche nel vicentino

La conferma arriva dal report del Servizio Foreste e Fauna

L'orso "acrobata" che la notte del 5 maggio scorso si ritrovò nel bel mezzo del paese di Calliano è lo stesso avvistato a Grigno il 4 Giugno. La conferma arriva dal report mensile sui grandi carnivori diffuso dal Servizio Forste e Fauna della Provincia autonoma di Trento. Si tratta, ufficialmente, dell'unico esemplare in Trentino orientale.

Il 5 maggio scorso l'orso, probabilmente dopo aver oltrepassato l'Adige e la A22 attraverso il ponte di Nomi, si ritrovò in pieno centro abitato. Addirittura salì le scale di una casa ed i residenti se lo trovarono di fronte, alla finestra. Spaventato dalle urla degli inquilini (come testimonia un video spopolato sul web) l'orso scappò per le vie del paese e poi nei boschi.

Come riferì a Trento Today il sindaco Lorenzo Conci il plantigrado scappò verso i boschi della Vigolana, e poi non fu più visto. Ora il eport del Servizio Fireste e Fauna conferma che lo stesso animale è stato avvistato anche a Campogrosso, in provincia di Vicenza, ed è poi tornato in Trentino dove è stato visto da un automobilista sopra il paese di Grigno, in Valsugana. Si tratta di un giovane maschio, identificato geneticamente come M63. 

Nel mese di maggio altri giovani orsi si sono resi protagonisti di incontri ravvicinati in Trentino occidentale, dove gli avvistamenti sono molto più frequenti. Testimonianze sono state raccolte  in alta Val di Sole, sull’altopiano della Paganella ed in bassa Val di Non, a Sporminore, dove è avvenuto l’incontro ravvicinato tra un giovane orso e un ragazzino accompagnato da alcuni adulti, il cui video ha fatto il giro del mondo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

Torna su
TrentoToday è in caricamento