menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scomparso M4, l'orso del passo Vezzena. La forestale: "Potrebbe essere stato ucciso"

L'estate scorsa imperversava tra Trentino e Veneto, oggi di M4, l'orso ritenuto responsabile dell'uccisione di 29 capi di bestiame, si sono perse le tracce. La Forestale di Stato ipotizza un'uccisione oppure, ipotesi meno probabile, un ritorno in Slovenia

Nell'estate dell'anno scorso, prima che l'attenzione si spostasse su Daniza, ha imperversato su tutto l'Altopiano di Asiagno, uccidendo 29 capi di bestiame. Nonostante questa intensa attività, per usare un eufemismo, di lui non ci sono che pochi fotogrammi registrati dalla forestale di Enego, ed un avvistamento, presunto, in quel di Grigno, ad inizio novembre. Poi è scomparso.

Si tratta di M4, l'orso trentino sconfinato in Veneto un paio di anni fa, che conquistò le prime pagine dei giornali per le sue scorribande, sempre di notte e perlopiù lontano da centri abitati, a caccia di facili prede tra greggi e mandrie. La Forestale dello Stato della Regione Veneto ipotizza il peggio: potrebbe essere stato ucciso, magari da qualche pastore vendicativo (in Veneto non c'è un sistema stabile di indennizzi per questo tipo di danni).

Potrebbe però anche essere espatriato in Slovenia, sua terra di origine, o meglio terra di origine della madre, KJ2, l'orsa tutt'ora ricercata in Trentino dopo l'aggressione del mese scorso ai danni di un podista nei boschi di Cadine, non lontano dal capoluogo. Della questione se ne occupa la pagin online de La Domenica di Vicenza, in un approfondito articolo con un'intervista a Daniele Zovi, comandante interregionale del Corpo Forestale dello Stato, clicca qui...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento