Orso a Calliano: si arrampica su un balcone

Paese in subbuglio: sul posto anche il primo cittadino, Lorenzo Conci, che ha pubblicato un video. Si tratta del primo avvistamento certo in Trentino Orientale

"C'è un orso nel cortile": la notizia in pochi minuti ha fatto il giro del paese ed ha tirato giù dal letto il sindaco, Lorenzo Conci, che ha pubblicato un video su Facebook. Quando il primo cittadino, dopo aver allertato Vigili del Fuoco e Carabinieri, si è recato sul posto l'orso stava scendendo dal parapetto di un balcone. Conci ha fatto appena in tempo a chiudere lo sportello dell'auto e se l'è visto passare a fianco, a distanza di un metro. 

Orso a Calliano: guarda il video

Peggio è andata agli inquilini, che se lo sono ritrovati alla finestra. Secondo una prima ricostruzione, infatti, l'orso si sarebbe arrampicato fino al balcone al primo piano ed avrebbe anche rotto un vetro. Le grida dei residenti lo hanno messo in fuga. Il video che testimonia l'incursione notturna, in un paese dove mai a memoria d'uomo s'era visto un orso, ha dell'incredibile.

Non è M49, è un "cucciolone" che ha attraversato la A22

La forestale provinciale ha già svolto un sopralluogo. Secondo quanto riferito dal sindaco si tratterebbe di un "cucciolone" (questo il termine usato per indicare i giovani orsi on ancora adulti) di circa due anni. A rendere inedito l'avvistamento è il fatto che in Trentino Orientale, ufficialmente, non ci sono orsi. Tutti gli orsi del Trentino abitano la parte occidentale, ed a tenerli confinati in quell'area è la Valle dell'Adige, l'area di gran lunga più popolata, con le sue due barriere: una naturale, il fiume Adige, e l'altra artificiale, la A22. 

E' probabile, ma questo lo confermeranno le autorità, che con l'emergenza coronavirus l'autostrada deserta non costituisca più un ostacolo per l'orso. Forse l'esemplare è arrivato a Calliano attraverso il ponte di Nomi, che oltrepassa il fiume e l'autostrada. Un'autostrada vuota che, adesso, non fa più paura. In ogni caso 'animale è stato visto dileguarsi nei boschi sopra al paese, e quindi potrebbe, di fatto, diventare il primo orso ad entrare autonomamente nel Trentino orientale. Già, perchè c'è stato un precedente: il famigerato M49, il quale, però, è stato portato al di qua della A22 dall'uomo. Quando fu catturato la prima volta e portato al recinto del Casteller, sopra Mattarello. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo la rocambolesca evasione dell'estate 2019 M49 divenne il primo orso accertato del Trentino Orientale, e scorrazzò tra la Val di Fiemme e l'Altopiano di Folgaria fino a pochi giorni fa quando, scavalcando nuovamente la A22, tornò nelle sue zone di origine, in Val del Chiese, e lì fu nuovamente catturato e riportato a Mattarello. Per la cronaca: l'orso avvistato a Calliano non è M49. Il dubbio è stato fugato, stando a quanto ha detto il sindaco Conci, dalla forestale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

  • Bomba da disinnescare: autostrada, statale e ferrovia del Brennero bloccate

  • Elezioni comunali 2020: ecco i primi 21 sindaci

  • Elezioni comunali a Trento: ecco i più (e i meno) votati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento