Cronaca

Autobus: mancano i soldi, orari modificati dal 12 settembre

I soldi scarseggiano perché in questi anni i trasferimenti della Provincia per il trasporto pubblico sono rimasti bloccati, malgrado l'aumento dei costi cresca più del 3% all'anno

Il Comune di Trento comunica con una nota la riduzione del transito degli autobus urbani su alcune linee. "La situazione economica rende necessario affrontare una revisione del servizio di trasporto pubblico per contenerne la spesa", si legge nella nota. I soldi scarseggiano perché in questi anni i trasferimenti della Provincia per il trasporto pubblico sono rimasti bloccati, malgrado l'aumento dei costi del servizio cresca nell'ordine di più del 3% all'anno. La prospettiva futura non è inoltre per nulla rosea, visto che è prevista addirittura una riduzione dei fondi provinciali.

La revisione operata dal Comune in collaborazione con Trentino Trasporti esercizio Spa (che gestisce il trasporto pubblico) non comporterà la soppressione delle linee; saranno però diradati i passaggi degli autobus in alcune fermate su linee considerate "meno produttive" o che "possono comunque contare lungo la prevalenza del loro percorso su linee alternative".
 
Già da giugno, in occasione dell'introduzione dell'orario estivo, sono state adottate delle riduzioni sul servizio, alcune delle quali verranno mantenute anche per l'orario invernale. A partire dal 12 settembre, in occasione dell'introduzione dell'orario invernale, le modifiche saranno le seguenti:
 
Linea 1 diradamento delle frequenze da 14 a 18 minuti 
Linea 2 diradamento delle frequenze da 14 a 18 minuti
Linea 4 diradamento delle frequenze da 12 a 16 minuti
Linea 6/ sostituzione della linea per il collegamento a San Rocco con una deviazione ogni ora della linea 6 e con l'istituzione di un nuovo capolinea in prossimità dei campi da calcio di Gabbiolo dove l'autobus, per quella corsa all'ora, ferma senza proseguire per località La Grotta
Linea 12 diradamento delle frequenze da 15 a 20 minuti
Linea 14 diradamento delle frequenze da 30 a 60 minuti
NP limitazione del percorso dal parcheggio Zuffo al parcheggio Monte Baldo senza la prosecuzione verso il PalaTrento
Le revisioni che appaiono più significative, ovvero la riduzione delle frequenze della linea 14 e le modifiche alla linea 6/ e NP, si riferiscono a linee che registravano un grado di utilizzo medio decisamente scarso, addirittura inferiore a un passeggero per corsa.
 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autobus: mancano i soldi, orari modificati dal 12 settembre

TrentoToday è in caricamento