Cronaca

Respirava polveri di amianto sul lavoro, la Cgil parte civile

Un gesto simbolico per combattere affinchè i luoghi di lavoro siano sicuri: ecco il motivo per cui la Cgil del Trentino ha chiesto di potersi costituire parte civile nel processo per la morte di un operaio

Un gesto simbolico per combattere affinchè i luoghi di lavoro siano sicuri: ecco il motivo per cui la Cgil del Trentino ha chiesto di potersi costituire parte civile nel processo per la morte di un operaio, avvenuta due anni fa, che lavorava per una ditta lagarina di scaldabagni. L’uomo tagliava le guarnizioni di amianto indossando solamente una mascherina, nonostante i rischi per la salute provocati dall’inalazione delle polveri di lavorazione dell’eternit. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Respirava polveri di amianto sul lavoro, la Cgil parte civile

TrentoToday è in caricamento