Cronaca

Omicidio di Rovereto, il presunto assassino resta in carcere

Lo ha deciso il gip di Milano Roberto Arnaldi al termine dell'interrogatorio di garanzia cui è seguita la convalida dell'arresto. Intanto questo pomeriggio si sono celebrati a Prada di Brentonico i funerali di Cristian Gottardi

Il tribunale di Milano

Resta in carcere Carmelo Monforte, l'uomo di 43 anni originario di Giarre (Catania) e domiciliato a Trento, arrestato a Milano con l'accusa di avere ucciso a coltellate l'operaio trentottenne Cristian Gottardi nella sua abitazione di Rovereto. Lo ha deciso il gip di Milano Roberto Arnaldi al termine dell'interrogatorio di garanzia cui è seguita la convalida dell'arresto. Secondo quanto detto da Monforte ai carabinieri nel primo interrogatorio nel carcere di Milano, dove si trovava per il furto di una carta di credito, il movente dell'omicidio sarebbe da attribuirsi ad una reazione per una presunta avance sessuale da parte della vittima. I due sembra si fossero conosciuti da poco. Intanto questo pomeriggio si sono celebrati a Prada di Brentonico i funerali di Cristian Gottardi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Rovereto, il presunto assassino resta in carcere

TrentoToday è in caricamento