Trento, uccisa di botte a Nago Torbole: fermato il marito

Eleonora Perraro è morta per le percosse. A essere indagato per omicidio il consorte, Marco Manfrini

La vittima Eleonora Perraro e il marito Marco Manfrini, poche ore prima della morte di lei (foto dal profilo Facebook dell'uomo)

È morta a causa delle percosse Eleonora Perraro, la 43enne di Rovereto il cui cadavere è stato trovato all'interno del giardino di un locale pubblico, nella mattinata di giovedì 5 settembre, verso le 7:30. Il marito, Marco Manfrini, 50 anni, di Rovereto, è in stato di fermo e sotto indagine per omicidio. 

A lanciare l'allarme giovedì era stato proprio l'uomo, che aveva affermato di di aver passato la notte a fianco alla moglie e di averla ritrovata morta svegliandosi all'alba. Ma sul corpo della vittima la scientifica ha riscontrato segni di una colluttazione e traumi violenti, con ecchimosi e lesioni anche al viso. Per questo il pm ha disposto il fermo, in seguito al quale Manfrini, indiziato di delitto per omicidio aggravato, è stato condotto al carcere di Spini di Gardolo.

Eleonora Perraro-2

(La vittima Eleonora Perraro, foto dal suo profilo Facebook)

Lo scorso 28 agosto l'uomo aveva ricevuto un ammonimento orale da parte della questura per maltrattamenti ai danni proprio di Eleonora Perraro, con cui era sposato dal 1° dicembre 2018. Il provvedimento nei confronti di Monfrini era giunto dopo che la donna si era fatta visitare al pronto soccorso di Rovereto in seguito a una lite coniugale.

Al momento Monfrini, condotto in caserma e interrogato dal procuratore di Rovereto De Angelis e dai carabinieri, ha detto di non ricordare nulla, avvalendosi della facoltà di non rispondere.

La serata nel locale panoramico, poi la tragedia

Manfrini e la Perraro, che frequentavano sporadicamente il bar dove la vittima è stata ritrovata, mercoledì sera ci avevano cenato. I due, riferisce il gestore del locale a TrentoToday, erano come sempre tranquilli e non stavano discutendo. Dopo aver ordinato un digestivo, verso le 23:30, gli hanno chiesto se potevano fermarsi nel giardino un po' dopo la chiusura e lui ha acconsentito. Giovedì mattina il tragico epilogo: il marito della vittima ha allertato il 112 dicendo di essersi risvegliato con il cadavere della moglie accanto.

Quando i carabinieri sono giunti sul posto hanno trovato la donna in una pozza di sangue e Manfrini in stato confusionale e con tracce ematiche sui pantaloncini. Non è ancora chiaro quando, in quel buco di circa 7 ore, Eleonora Perraro sia deceduta. Nel pomeriggio di giovedì sul corpo della donna è stata fatto un esame autoptico, ma i risultati arriveranno solo nei prossimi giorni. Lunedì l'uomo sarà sottoposto all'l'interrogatorio di garanzia con il Gip.

marco manfrini-2

(Marco Manfrini, marito della vittima, foto dal suo profilo Facebook)

Dopo la notizia del'omicidio di Eleonora Perraro, il sindaco di Rovereto, Francesco Valduga ha espresso il dolore della città insieme alla giunta, definendo la tragedia "un fatto che scuote la comunità tutta" della cittadina.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nei boschi di Pinè: cacciatore spara agli amici

  • Trento, accoltellato dalla fidanzata: ragazzo soccorso per strada e trasportato in ospedale

  • Le migliori osterie del Trentino secondo Slow Food

  • Camion bloccato dalla neve: arrivano i Vigili del Fuoco con l'autogru

  • Guida Michelin 2020: ecco i ristoranti "stellati" in Trentino

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

Torna su
TrentoToday è in caricamento