Omicidio in via Maccani, c'era una terza persona nell'appartamento

Una terza persona si è presentata come testimone, era presente nella casa al momento dell'omicidio

C'è una terza persona coinvolta, come testimone, nell'omicidio di via Maccani. Una terza persona che avrebbe assistito all'omicidio, e che potrebbe quindi fornire nuove informazioni agli inquirenti sulla notte di domenica 25 marzo quando Salvatore Mulas ha ucciso, per sua stessa ammissione, Andrea Cozzatti, che ospitava nel suo appartamento di via Maccani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo nuovo testimone, secondo quanto riporta Radio NBC (cicca qui) sarebbe un uomo di nazionalità tunisina, che si sarebbbe presentato spontaneamente agli inquirenti come testimone. Avrebbe dichiarato di essere stato presente al momento dell'omicidio, ma in camera da letto. Avrebbe dunque udito le grida della vittima e, una volta uscito dalla camera, lo avrebbe visto a terra in una pozza di sangue. Il tuniino sarebbe quindi scapppato prima dell'arrivo della polizia, dimenticando però il passaporto sul luogo del delitto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • Coronavirus, nuovi casi dimezzati: oggi 45. Morto anche un 28enne che era stato dimesso

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento