Omicidio in via Maccani, arrestato l'inquilino dell'appartamento: "L'ho ucciso io"

Portato in questura nella notte, l'inquilino che ospitava Cozzatti avrebbe confessato

E' scattato l'arresto per l'inquilino dell'appartamento di via Maccani 22 dove nella notte di domenica 25  marzo è stato ucciso Andrea Cozzatti, 44enne di Vezzano.

Salvatore Mulas, 56enne du Trento, portato in Questura ieri sera, avrebbe confessato di aver ucciso lui, con una coltellata alla schiena, l'amico.

Un solo colpo, inferto con forza e precisione, con un coltello da cucina. Un colpo fatale, che avrebbe posto fine nel più orribile dei modi, ad un diverbio tra i due.

Secondo quanto dichiarato dall'avvocato difensore Mulas avrebbe agito per paura, in seguito ad un'aggressione da parte dell'amico.

Omicidio in via Maccani: Mulas potrebbe aver ucciso per difesa CLICCA QUI...

Resta da stabilire l'esatto movente. La pista di un'aggressione in strada, inizialmente prospettata dal fermato, è parsa da subito poco plausibile. 

I due si conoscevano e, come detto, Mulas ospitava saltuariamente Cozzatti a Trento. E' stato lui, dopo aver inferto il colpo mortale, a chiamare i soccorsi, un intervento purtroppo rivelatosi inutile.

Dopo l'interrogatorio è stato trasferito presso il carcere di Spini di Gardolo. Il sostituto Procuratore di Trento Marco Gallina ha disposto l'autopsia sul corpo della vittima.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Lago di Garda, ecco il progetto della prima pista ciclabile subacquea del mondo

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

Torna su
TrentoToday è in caricamento