Cronaca

Omicidio Brunico, Maximum ucciso con un unico colpo alla giugulare

L'esito dell'autopsia

Un unico colpo alla giugulare, questo per l'anatomopatologo incaricato dalla Procura della Repubblica avrebbe portato al decesso del 30enne Maximum Zanella, ucciso a fine luglio dall'amico Oskar Kozlowski, in un appartamento a Brunico. 

A riportare la notizia è l'Ansa, che scrive: "La causa della morte è da ascriversi ad uno shock emorragico secondario a lesione della vena giugulare di sinistra riconducibile ad un unico colpo di arma da 'punta e taglio'. Non sono state riscontrate ulteriori ferite e/o lesioni e neppure c.d. lesioni da difesa, sia attiva sia passiva, a suggerire come la vittima non abbia avuto modo di porre gli arti superiori a difesa del proprio corpo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Brunico, Maximum ucciso con un unico colpo alla giugulare

TrentoToday è in caricamento