Arco: sotto sequestro 20 appartamenti della residenza Olivenheim

I carabinieri del Noe sono entrati in azione oggi pomeriggio per mettere i sigilli ad una ventina di appartamenti della residenza ex Argentina. Nel 2011 il progetto fece molto discutere, ora è anche al centro di un'inchiesta della Procura

foto via facebook: Fai delegazione Trentino

Sono al lavoro dal primo pomeriggio di oggi i carabinieri del Noe, il Nucleo operativo ecologico di Trento, per mettere i  sigilli sulle porte di 20 appartamenti delle Residenze Olivenheim situate in un grande complesso costruito sulla collina ovest di Arco nel 2011. Già ai tempi dei lavori il progetto suscitò perplessità tra gli arcensi: una megacostruzione sull'area dell'ex sanatorio "Argentina" a pochi passi dal parco asburgico non era vista di buon occhio da tutti. Contro il progetto si mossero anche le  associazioni ambientaliste Fai ed Italianostra. 

Sembra però che le conseguenze non siano solamente estetiche ma giudiziarie: la Procura di Rovereto ha infatti avviato un'inchiesta sull'iter burocratico del progetto, a suo tempo naturalmente approvato anche dal Comune. Il sequestro operato oggi dai carabinieri riguarda solamente  gli appartamenti ancora disabitati. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Camion perde il carico sulla "Maza": traffico in tilt tra la Busa ed il Garda

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

Torna su
TrentoToday è in caricamento