rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
L'indagine

Inchiesta GdF - Dia: obbligo di dimora per un roveretano

È tra i quattro fermati nel blitz di martedì 18 ottobre. L’operazione ha coinvolto anche Verona e Mantova

Dei quattro arrestati dalla Guardia di Finanza nel corso delle indagini coordinate dalla Dia di Venezia, uno è trentino.

L’operazione, che si è svolta nella giornata di martedì 18 ottobre e che, oltre agli arresti, tra le province di Mantova, Verona e Trento ha portato al sequestro di beni per oltre 9 milioni di euro, si è concentrata su un giro di false fatturazioni, riciclaggio e auto riciclaggio con l’aggravante del metodo mafioso di stampo ‘ndranghetistico.

Il trentino coinvolto è un imprenditore originario di Rovereto, sottoposto all’obbligo di dimora nel proprio comune di residenza, in provincia di Verona.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta GdF - Dia: obbligo di dimora per un roveretano

TrentoToday è in caricamento