Neve: ecco cosa fa il Comune e cosa devono fare i cittadini

Presentato oggi il Piano neve comunale in vista dell'inverno 2015/2016. Dei fiocchi bianchi per ora non si vede nemmeno l'ombra, ma uomini e mezzi sono pronti ad entrare in azione in caso di emergenza. Non tutti sanno che anche i singoli cittadini hanno l'obbligo di partecipare alle operazioni di sgombero

"Quando nevica su la fòia ven 'n inverno che fa vòia": il detto trentino purtroppo non si adatta a descrivere questo inizio di inverno a Trento e dintorni, la neve si fa attendere ma in ogni caso il Comune ha varato oggi, venerdì 4 dicembre, il Piano neve con le procedure che saranno attivate in caso di nevicate sulle strade, circa 600 chilometri, e gli  spazi di pertinenza. In caso di "allarme bianco"  sono pronti ad intervenire 62 operatori comunali aiutati da personale reclutato attraverso le cooperative, con 163 mezzi, tra sgombraneve, spargisale e minipale.

Non tutti però sanno che anche i singoli cittadini sono obbligati a prendersi cura dello sgombero della neve. A questo proposito una nota  diffusa oggi richiama l’articolo 25 del regolamento di polizia urbana obbliga il privato a rimuovere la neve dal marciapiede e dalle aree soggette a pubblico transito lungo il perimetro esterno agli edifici e le relative pertinenze e, in caso di formazione di ghiaccio, a spargere il sale.

Ecco inoltre alcuni consigli forniti dal Comune per quanto riguarda la circolazione stradale e le nevicate in generale: 


 usare preferibilmente i mezzi pubblici

 utilizzare la propria automobile solo in caso di assoluta necessità

 guidare con prudenza, moderare la velocità e mantenere le distanze di sicurezza

 utilizzare le catene o le gomme da neve

 non parcheggiare la propria auto, se possibile, su strade e aree pubbliche per non ostacolare il lavoro di sgombero neve

 controllare la funzionalità della propria vettura per evitare di ostacolare la circolazione in caso di panne o difficoltà a proseguire

 evitare di lasciare i veicoli abbandonati in sede stradale.

 consultare le previsioni meteorologiche per essere aggiornati sull’evolversi della precipitazione nevosa

 aggiornarsi circa lo stato della percorribilità delle strade

 fare scorta preventiva di sale per disgelo

 procurarsi pale o badili con anticipo

 parcheggiare l’auto in modo corretto e possibilmente in aree private per non ostacolare i lavori di sgombero

 tenersi a distanza di sicurezza da alberi e cornicioni di tetti, soprattutto in fase di disgelo, per evitare di essere colpiti da eventuali blocchi di neve che si staccano

 non utilizzare mezzi di trasporto su due ruote

 indossare calzature invernali adatte

 per le persone e familiari più anziani è opportuno predisporre nei giorni precedenti una scorta alimentare al fine di evitare che essi escano di casa durante la precipitazione nevosa.

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Sub tenta di battere il record nel Garda ma muore durante l'immersione

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • Si schiantano e rimangono incastrati sotto lo scooter: arrivano i Vigili del Fuoco con le pinze idrauliche

Torna su
TrentoToday è in caricamento