rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca San Giuseppe / Via dei Paradisi

Nuovo direttore alla Siae di Trento: "Informazione e disponibilità al dialogo"

"Informando i cittadini in modo completo ed aprendosi al dialogo le problematicità tendono a scomparire". Così il nuovo direttore, arrivato a Trento dopo 26 anni nella sede di Roma, ha comunicato la sua buona volontà per rinnovare il rapporto con gli organizzatori di eventi e sagre

Un labirinto di norme astruse e a volte inconcepibili, un ufficio in cui si va più che altro per spuntare qualche esenzione o concordare a posteriori una sanzione, un controllore che può arrivare quando meno te l'aspetti e rovinare la festa per una firma mancante. E' questa l'idea che hanno normalmente della Siae gli organizzatori di eventi. Per evitare che si ripetano episodi come quello della famosa "mestolata" rimediata da un funzionario della società degli autori che voleva far pagare la musica in filodiffusione in una festa di carnevale della Vallagarina, occorre puntare sull'informazione.

Lo sa bene il nuovo direttore della sede Siae di Trento che ha comunicato tutta la sua buona volontà per instaurare un rapporto più trasparente con i cittadini. Il nuovo direttore, Enrico Maria Carotenuto, arriva a Trento dopo 26 anni di servizio nella sede centrale di Roma. Questa mattina ha incontrato il presidente della Provincia Ugo Rossi e l'assessore alla cultura Tiziano Mellarini che hanno ribadito l'importante componente di volontariato all'interno del panorama di eventi in Trentino, dalle sagre di paese alle manifestazioni sportive, passando per il carnevale, oggetto di controversie negli anni scorsi.

"Dopo un'esperienza lunga ventisei anni nella Direzione centrale di Roma – ha spiegato il dott. Carotenuto, – ho volentieri sposato la proposta di trovare nuovi stimoli qui a Trento, una sede SIAE che in questi ultimi anni ha registrato problematicità dettate da troppa rigidità nell'applicazione delle norme. Io sono convinto che, anche se la legge va comunque rispettata, i modi ai applicazione devono essere improntati alla disponibilità al dialogo, alla massima collaborazione con i soggetti coinvolti e all'efficacia della comunicazione. In questi primi mesi di lavoro, infatti, ho potuto constatare che, informando in modo completo, chiaro e semplice i responsabili delle varie sagre, feste ed eventi che si rivolgono alla Siae di Trento, le problematicità tendono a scomparire".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo direttore alla Siae di Trento: "Informazione e disponibilità al dialogo"

TrentoToday è in caricamento