menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Numero unico per le emergenze: 23.919 chiamate ricevute in un mese

Il tempo medio di attesa è di 10,37 secondi per tutte le chiamate in ingresso e sono risultate 3.113 le chiamate abbandonate dallo stesso utente prima dei 4 squilli (20 secondi)

Dal 6 giugno scorso è entrato ufficialmente in vigore anche in Trentino il Numero Unico Europeo di emergenza 112: fin'ora sono state 23.919 le chiamate totali in ingresso, 825 chiamate medie giornaliere, con un numero massimo di chiamate giornaliere in ingresso, risposte e non risposte, che è arrivato a 2.010 il 25 giugno. Il tempo medio di attesa è di 10,37 secondi per tutte le chiamate in ingresso e sono risultate 3.113 le chiamate abbandonate prima dei 4 squilli (20 secondi). Sono alcuni dei dati che riassumo l’attività della Centrale Unica di Risposta che riceve e smista le chiamate di emergenza al numero telefonico 112.

In caso di bisogno il cittadino deve quindi comporre il numero di telefono 112 per contattare la Centrale Unica di Risposta (C.U.R.) che, secondo il tipo di emergenza, smista la chiamata alle centrali operative di secondo livello: Carabinieri, Polizia, Vigili del Fuoco e Soccorso sanitario. 112 è un servizio gratuito, attivo 24 ore su 24 in tutti i Paesi dell’Unione Europea ed è disponibile sia da telefono fisso sia mobile. Il nuovo servizio garantisce vantaggi concreti al cittadino: riduzione dei tempi di attesa, localizzazione automatica del chiamante, accesso ad utenti diversamente abili (grazie all’app mobile) e servizio multilingue.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento