Emergenze, dal 6 giugno entrerà in funzione il numero unico

Il soccorso diventa sempre più integrato: annunciata la data dell'entrata in funzione del numero unico, ma si è parlato anche dell'obbligo europeo di una "scatola nera" su tutti i veicoli entro marzo 2018

Novità per il sistema delle emergenze in Trentino: dopo l'istituzione della Centrale Unica di Emergenza anche il numero unico è  pronto a partire, sarà definitivamente attivato il 6 giugno. I cittadini potranno continuare a chiamare i vari numeri di emergenza, ma di fatto tutte le chiamate saranno dirottate al 112, ovvero alla  Centrale Unica che provvederà alla gestione ottimale di ogni singolo intervento. La data è stata annunciata dal direttore  della  Protezione Civile provinciale Stefano De Vigili nel corso del convegno "Dati e automazione per un territorio più sicuro: progetti in corso e scenari futuri" svoltosi oggi a Trento, nel quale si è  parlato anche dell'obbligo a  livello  europeo per tutti i veicoli di dotrsi di "scatola nera"  entro marzo 2018.

Un sistema che permetterà la rilevazione di una serie di dati, dalla localizzazione geografica ai tempi di marcia e sosta, distanze percorse, velocità, accelerazioni, frenate, nonchè una  maggiore efficacia  negli interventi di soccorso tramite il servizio eCall. Tale modalità è prevista all'interno del progetto I-HeERO attuato anche dalla Provincia di Trento. "Ricevere un avviso immediato - ha detto De Vigili - del verificarsi di un incidente e della sua esatta localizzazione può ridurre notevolmente i tempi di risposta dei servizi di emergenza e limitare la gravità delle conseguenze dell'incidente stesso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

Torna su
TrentoToday è in caricamento