Tamponi: adesso il Trentino è al primo posto, ma non basta

Nuovo studio della fondazione Gimbe: ecco la classifica delle regioni per numero di tamponi. A livello nazionale, però, siamo ancora sotto alla media giornaliera ideale

Trentino ai primi posti per numero di tamponi eseguiti, in un'Italia dove, però, di tamponi se ne fanno ancora pochi. E' quanto emerge da un nuovo studio della Fondazione Gimbe, già nota per aver studiato l'aumento di nuovi casi nelle regioni italiane (che vedeva il Trentio al quarto posto). Questa volta i dati sono aggiornati al periodo 22 aprile - 6 maggio. Lo studio prende in considerazione il numero di tamponi in rapporto agli abitanti, distinguendo tra tamponi diagnostici e quelli ripetuti.

In Trentino la media di tamponi al giorno per 100.000 abitanti è di 222, al primo posto tra le regioni italiane. Anzi, al primo posto in realtà non c'è nessuno: secondo la Fondazione Gimbe il livello ottimale, soprattutto per monitorare l'andamento del contagio nella fase 2, sarebbe una media di 250 tamponi al giorno, dei quali più della metà diagnostici. In Trentino i tamponi diagnostici sono poco meno della metà, nella maggior parte dei casi si tratta di tamponi ripetuti, per conoscere se una persona è guarita o meno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il numero dei nuovi casi è influenzato dal numero dei tamponi eseguiti - spiega Nino Caltabellotta, presidente della Fondazione Gimbe - ed è pertanto soggetto a possibili distorsioni. Le nostre analisi effettuate sugli ultimi 14 giorni – spiega Cartabellotta – forniscono tre incontrovertibili evidenze: innanzitutto, si conferma che circa 1/3 dei tamponi sono 'di controllo'; in secondo luogo il numero di tamponi per 100.000 abitanti/die è molto esiguo rispetto alla massiccia attività di testing necessaria nella fase 2; infine, esistono notevoli variabilità regionali sia sulla propensione all’esecuzione dei tamponi, sia rispetto alla percentuale di tamponi 'diagnostici'".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

  • Bomba da disinnescare: autostrada, statale e ferrovia del Brennero bloccate

  • Referendum in Trentino: ecco i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento