rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Centro storico / Via Rodolfo Belenzani

Nonni vigile a rischio, il comune corre ai ripari

Per la legge nazionale pensionati non possono svolgere incarichi retribuiti. Il sindaco Andreatta ha incontrato i nonni vigile che hanno dato la loro disponibilità per il momento a proseguire il lavoro su base volontaria per garantire il servizio alla riapertura delle scuole

La legge parla chiaro: i lavoratori in pensione non possono svolgere incarichi retribuiti. Una normativa che mette in crisi il  lavoro importante dei nonni vigile che danni garantiscono un servizio prezioso per la comunità.D'ora in poi questa mansione sarà possibile solo su base volontaria per i pensionati oppure potrà coinvolgere i disoccupati o ancora essere svolto tramite una convenzione con un'associazione.  Il sindaco Andreatta incontrato in ogni vigile impegnandosi a trovare al più presto una soluzione al problema. Intanto alcuni pensionati hanno dato la loro disponibilità  continuare momentaneamente il lavoro su base volontaria per garantire il servizio in occasione della riapertura delle scuole.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nonni vigile a rischio, il comune corre ai ripari

TrentoToday è in caricamento