rotate-mobile
Cronaca Nomi

Nomi, il Bicigrill è ancora chiuso

La gestione precedente è scaduta il 31 dicembre 2015 ma il comune ha accumulato un spaventoso ritardo nel far partire la nuova gara. Le offerte presentate sono al vaglio di un'apposita commissione di valutazione, che impiegherà qualche settimana per concludere i lavori

A metà a aprile, lo storico Bicigrill di Nomi, il primo aperto in Trentino tredici anni fa, è ancora desolatamente chiuso. La gestione precedente è scaduta il 31 dicembre 2015 ma il comune ha accumulato un spaventoso ritardo nel far partire la nuova gara per individuare il gestore del pubblico esercizio.

Le offerte presentate sono al vaglio di un'apposita commissione di valutazione, che impiegherà qualche settimana per concludere il proprio compito. Scaduto l'affitto alla fine dell'anno scorso, la giunta di Nomi ha deciso lo scorso febbraio di non prorogare ulteriormente il contratto e di lì a poco ha indetto un'asta pubblica per affidare la gestione dell'esercizio. Nel frattempo, il locale avrebbe dovuto rimanere chiuso e attendere il vincitore del concorso.

Nonostante lo stop imposto dal Comune, la titolare Mery Modena non ne ha voluto sapere e, pur senza le autorizzazioni del caso, lo scorso nove marzo ha deciso di riaprire i battenti e accogliere ciclisti e avventori di passaggio. Al momento sindaco e giunta di Nomi stanno valutando se intraprendere le vie legali contro l'ex titolare del punto di ristoro lungo la ciclabile dell'alta Vallagarina che conta più di 300 mila passaggi di cliclisti all'anno. Sulla questione è arrivata anche un'interrogazione in consiglio provinciale da parte del consigliere del gruppo misto, edex sindaco di Nomi, Massimo Fasanelli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomi, il Bicigrill è ancora chiuso

TrentoToday è in caricamento