rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Cronaca frazione Cadine

Nidi di rondine distrutti, la LAV querela i responsabili

Querela per i responsabili ma ce n'è anche per la Guardia Forestale provinciale, chiamata ad intervenire più volte "senza mai muovere un dito" dice Danilo Tomasoni di LAV Trentino che ha annunciato la volontà di segnalare il fatto in Procura

La LAV del Trentino ha annunciato la volontà di querelare i residenti di un condominio di Cadine che alcuni giorni fa hanno "ripulito" una gronda del condominio distruggendo anche dei nidi di rondine. "Un atto vergognoso oltre che contrario alla legge" spiega Danilo Tomasoni della Lav Trentino citando la legge 157/92 che all'articolo 21 sancisce il divieto assoluto di distruggere o danneggiare deliberatamente nidi e uova

"Il tutto viene aggravato dai futili motivi, infatti la motivazione ufficiale per cui i nidi sono stati distrutti è che le rondini sporcano - prosegue la nota - Tutto questo nonostante esistano soluzioni alternative semplici e ben più economiche per preservare murature e marciapiedi, come ad esempio l'apposizione di mensole sotto i nidi per evitare che gli escrementi cadano al suolo".


La LAV punta il dito non solo contro i responsabili della distruzione dei nidi ma contro la stessa forestale provinciale che, chiamata ad intervenire in casi analoghi segnalati in febbraio ed in agosto, quindi in presenza di uova o pulcini, "non ha mai mosso un dito dimostrando ancora una volta la distanza dalle problematiche ambientali ed animali". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nidi di rondine distrutti, la LAV querela i responsabili

TrentoToday è in caricamento