rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Lavis

Arriva la neve (e la pioggia): Protezione Civile in allerta

Attesa la neve in montagna tra sabato e lunedì, ma anche la pioggia che potrebbe sciogliere il manto nevoso accumulato: fiumi e torrenti sotto osservazione. Ecco l'avviso di allerta lanciato questa mattina

AGGIORNAMENTO DOMENICA 28  FEBBRAIO  clicca qui...

Neve attesa nel weekend, ma non solo: c'è anche il maltempo. In mattinata i vertici della Protezione Civile provinciale si sono riuniti presso la sede operativa di Lavis coordinare gli interventi. Al termine della riunione è stato emesso un avviso di allerta ordinaria per precipitazioni intense (nevose e non, attese tra sabato e lunedì, clicca qui) che riportiamo integralmente qui sotto:

Protezione civile del Trentino comunica che, oggi 26 febbraio, è stato emesso l'avviso di allerta ordinaria su tutto il territorio della Provincia autonoma di Trento. A seguito dell'avviso meteo emesso oggi alle ore 11, che indica precipitazioni intense (nevose inizialmente da 900-1200 m con limite in aumento fino a 1300-1600 m) a partire dalla serata di sabato 27/2 e fino al pomeriggio di lunedì 29/2, e sulla base delle condizioni del terreno e del reticolo idrografico superficiale è stata valutata la criticità ordinaria in ordine a problematiche idrogeologiche, idrauliche e nevose.

I corsi d'acqua ed i piccoli corpi idrici da controllare con attenzione, da parte dei Vigili del Fuoco Volontari, dei Comuni e del Servizio Bacini Montani, sono prevalentemente quelli il cui bacino di alimentazione (territorio che contribuisce a generare la portata d'acqua) ricade, per la maggior parte, al di sotto della quota di 1500m s.l.m. perché è possibile che, nella seconda parte dell'evento e sotto la spinta di intense correnti sciroccali, la precipitazione si trasformi da neve in pioggia andando a sciogliere il manto nevoso precedentemente accumulatosi. I Comuni faranno riferimento a quanto previsto nel Piano di Protezione Civile Comunale per fronteggiare le eventuali problematiche idrauliche e nevose. Alle quote più elevate andranno mantenuti liberi da accumuli nevosi gli scarichi delle canne fumarie e degli aeratori per consentirne il regolare funzionamento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva la neve (e la pioggia): Protezione Civile in allerta

TrentoToday è in caricamento