menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allerta meteo: 12 ore di perturbazione, neve anche a bassa quota

Nuovo messaggio della Provincia dopo l'allerta lanciata nelle scorse ore

Protezione Civile trentina in "allerta gialla" per la nevicata attesa a partire dalla notte tra domenica 27 e lunedì 28 dicembre. La neve, secondo le previsioni, scenderà anche in Valle dell'Adige e la perturbazione durerà 12 ore. Si consiglia di spostarsi solo se strettamente necessario, viste anche le regole anti-covid della "zona arancione" che caratterizza la prima metà della settimana fino a Capodanno. Ecco il messaggio della Provincia.

Neve in arrivo: 12 ore di precipitazioni

Come annunciato, nella tarda serata di domenica 27 dicembre o nel corso della notte inizierà a nevicare in Trentino a quote molto basse. In totale potranno cadere 15-30 cm di neve in val d'Adige e fino a 40-45 cm in montagna; gran parte degli accumuli si verificherà nella giornata di lunedì 28, nelle ore mattutine, quando potrebbero esservi precipitazioni abbondanti nell'arco di poche ore. La fase più intensa della perturbazione durerà 12 ore circa, fino alla tarda mattinata o al primo pomeriggio di lunedì 28 e sarà seguita da strascichi con possibilità di deboli precipitazioni a quote molto basse fino a martedì pomeriggio. Per tutta la durata dell'evento soffieranno inoltre venti sudoccidentali forti o molto forti in montagna.

Neve e vento: ecco il messaggio di allerta

A seguito delle previsioni meteo ed in base alle valutazioni emerse dal Dipartimento della Protezione civile, si ritengono possibili criticità dovute principalmente a: 

  • accumuli importanti di neve sul terreno e sui tetti con possibilità di aumento del carico anche a seguito di possibili successive piogge, caduta di rami ed alberi; 
  • aumento del pericolo di valanghe con possibili fenomeni di slittamento anche su rampe vicine alle strade poste a quote medio-alte;
  • forti raffiche di vento;
  • difficoltà e rallentamenti del traffico stradale e ferroviario. 

Tali criticità possono inoltre causare disagi ed effetti (anche interruzioni) sulla viabilità e sulle reti aeree di comunicazione e di distribuzione di servizi (in particolare interruzione della fornitura di energia elettrica).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento