Nato da pochi giorni, positivo: contagiato alla festa di famiglia, ora sta bene

E' una storia curiosa, e fortunatamente finita nel migliore dei modi, quella riferita alla stampa dal direttore dell'Azienda sanitaria Pier Paolo Benetollo

E' venuto al mondo in questo "maledetto" 2020 ed è stato subito contagiato dal virus che sta tenendo in scacco il mondo. In pochi giorni, però, è stato monitorato ed è guarito. E' successo ad un bimbo nato in Trentino: ora ha 13 giorni di vita e sta bene. A raccontare la sua storia è stato il direttore dell'Azienda sanitaria provinciale Pier Paolo Benetollo. Una storia, come detto, finita bene ma che può far riflettere molto.

Dopo i classici tre giorni in ospedale madre e neonato sono stati dimessi. Una volta tornati a casa i genitori hanno organizzato una piccola festa con i parenti. E' qui, secondo quanto hanno accertato le autorità sanitarie, che è avvenuto il contagio. Una cuginetta del bimbo è risultata positiva. E' scattata quindi l'operazione di contact tracing prevista in questi casi e si è così scoperto che anche il neonato era positivo.

"Ha fatto un brevissimo ricovero, poi è stato dimesso, insomma è andato tutto bene" ha detto, col sorriso, il direttore dell'Apss. Ogni giorno, del resto, si registrano circa una decina di casi nella fascia d'età da 0 a 5 anni. Una storia che i genitori potranno raccontare in futuro al piccolo, uscito indenne dalla malattia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Via Suffragio, tutti a cercare la fede nuziale perduta: una fiaba a lieto fine

Torna su
TrentoToday è in caricamento